blog corn W ok1

DOBBIAMO CREDERE NELLE CERTIFICAZIONI BIO?

Si, facendoci guidare dal prezzo e dalla fiducia nel produttore.

Se compro al supermercato, il prezzo dei prodotti BIO deve essere mediamente il 50% più alto, altrimenti è probabile che si tratti di un falso BIO. Difatti, produrre in regime biologico non significa avere solo maggiori costi di coltivazione ma anche di trasformazione e stoccaggio del prodotto finito.

Si pensi, per esempio, alla conservazione delle granelle: in regime biologico devono essere stoccate in celle a temperatura controllata per evitare che vengano intaccate dagli insetti, i quali normalmente vengono tenuti lontani con insetticidi messi a contatto diretto con la granella.

 

"Agricoltori BIO si nasce, non si diventa"

 

Gli agricoltori in campo BIO esistono ed è molto facile che non siano certificati. Il marchio BIO è nato come marchio di tutela e, in alcuni casi, è diventato un marchio sfruttato dagli speculatori per spuntare un prezzo migliore sulla grande distribuzione di materie prime di vario genere. Per i piccoli produttori è molto semplice infrangere le regole del BIO senza essere sanzionati dagli enti certificatori: basti pensare che online si possono acquistare tutti i prodotti (pesticidi, insetticidi...) non ammessi nel BIO, senza fattura e addirittura senza l'obbligo di mostrare il patentino per l'acquisto di fitofarmaci.

Esiste, inoltre, il BIO di importazione che è soggetto ai controlli degli enti certificatori esteri dei quali non conosciamo la professionalità ma che, senza dubbio, non vantano una cultura agricola paragonabile a quella Italiana. Essere BIO è una scelta del produttore, ovvero quella di lavorare secondo criteri di rispetto dell’ambiente e della salute del consumatore. Valori che vanno ben oltre un semplice marchio posto sull'etichetta della confezione.

Ancora oggi noi produttori beneficiamo dello sviluppo, avutosi fino ai primi del ‘900 nel centro-nord italiano, di una grande cultura delle consociazioni e rotazioni: la fedeltà alla tradizione ci permette di trarre grandi risultati, ottenendo dei prodotti di alta qualità.

certificazione-bio.jpg

AGRIGAL è nata BIO ed è una scelta etica, per una coltivazione al naturale, per tornare a mangiare in modo sano, per sentirsi in sintonia con il proprio corpo e per conferire ai prodotti i sapori della nostra terra.

Il risultato? Operiamo un processo di bonifica, nutrendo i terreni della nostra Val Gandino. La conversione è avvenuta nel novembre del 2016 e, per il momento, non abbiamo ancora bisogno di riportare il marchio BIO in copertina perché il consumatore ci riconosce come tali indipendentemente dalla sua presenza. Secondo noi, la credibilità di un’azienda si costruisce nel tempo, attraverso il contatto diretto con il cliente, raccontandogli passo passo il nostro operato.

In conclusione, si può acquistare con certezza il BIO se si conosce di persona il produttore; viceversa, ci si può basare sul prezzo e sulla credibilità del produttore.

CATEGORY BLOG

L'interesse e l'attenzione alle sane abitudini che passano dall'alimentazione alla moda, dalla cultura alla tendenza, dagli hobby al lavoro quotidiano.

NEWSLETTER

AGRIGAL Basket

 SHOP