x 
mais biologico

MAIS BIOLOGICO: TECNICHE DI COLTIVAZIONE

Agrigal si occupa della coltivazione di mais biologico ed è sempre più difficile trovare una realtà come la nostra, che fa del coltivare biologico uno stile di vita. La nostra azienda nasce con l’obiettivo di riportare alla luce antiche pratiche di coltivazione che rispettino pienamente l’ambiente. 
Seguiamo metodi rigorosamente naturali, ed è proprio per garantire la massima qualità dei prodotti che non facciamo uso di diserbanti, prodotti chimici e fitosanitari, durante tutte le fasi di coltivazione e crescita della pianta di mais.
In una stagione con clima favorevole al raccolto (che produce all'incirca 4.500 kg di materie prime), le fasi di lavorazione del grano biologico si articolano nel seguente modo:

1. Concimazione mais, Aratura e Fresatura

Queste prime fasi della coltivazione del mais vengono svolte secondo tecniche tradizionali e prevedono un tempo di lavorazione di circa 11 ore per ettaro.

2. Interramento del seme biologico

La nostra azienda biologica utilizza una tradizionale seminatrice meccanica: è quindi necessario che, oltre al trattorista, una persona si occupi di liberare il mezzo dalle erbacce, quando queste non consentono il normale scorrimento dei semi di mais. Il tempo impiegato per la semina è di circa 4 ore per ettaro, con due uomini al lavoro.
mais biologico

3. Sarchiatura mais e Rincalzo

Non diserbando i terreni, come previsto dal disciplinare “De.C.O.” del mais Spinato di Gandino, è necessario svolgere attività di sarchiatura e di rincalzo con il trattore, seguendo la stessa procedura della fase di semina, con una persona che si occupi di rimuovere le erbacce dalle zappette di sarchiatura. Anche in questo caso il tempo di lavorazione è di circa 4 ore per ettaro di terreno, con due persone al lavoro.

4. Pulizia Malerbe

Oltre alle attività di sarchiatura e rincalzo, bisogna intervenire con appositi decespugliatori e a mano per combattere le malerbe lungo la fila. Il tempo di lavorazione è di circa 40 ore per ettaro.

5. Irrigazione

Utilizziamo delle botti che portano l'acqua dai pozzi distanti circa 2/3 km dall'area coltivata: l’irrigazione è eseguita tramite un trattore che trasporta una botte da 10 m3 di acqua. Il tempo impiegato per questo processo è di circa 16 ore per ogni ettaro di terreno. Di norma, è sufficiente un'irrigazione per garantire il raccolto.

6. Raccolta del mais a Mano

Come da disciplina, la raccolta del mais viene fatta interamente a mano. Sono necessarie circa 70 ore per raccogliere il corrispettivo di un ettaro e vengono lavorati circa 64 kg di raccolto ogni ora.
raccolta mais biologico

7. Scartocciatura a Mano

L'attività viene svolta esclusivamente a mano e richiede circa 100 ore per ogni ettaro di terreno, per un totale di 35 kg di pannocchie di mais lavorate ogni ora.

8. Sgranatura e cernita delle spighe

Una sgranatrice automatica sgrana una pannocchia di mais alla volta: per questa attività sono richieste circa 90 ore per ogni ettaro, per una lavorazione di 73 Kg di pannocchie a ora. Contemporaneamente a questa attività, come previsto dal disciplinare “De.C.O.” del mais Spinato di Gandino, viene fatta una cernita delle pannocchie di mais ammuffite, che vengono scartate.

9. Pulizia del Mais pre-macinazione

Prima di essere macinato, il mais passa nella Tarara: si tratta di una macchina predisposta alla separazione delle polveri e degli scarti di tutolo dalla granella (formatisi in fase di sgranatura). Per questo processo ci vogliono circa 18 ore per ogni ettaro coltivato, per una lavorazione di 250 kg di pannocchie di mais ogni ora.
coltivazione mais biologico
Coltivare mais biologico non è facile e richiede molte ore di lavoro e dedizione. La nostra azienda si impegna profondamente al fine di garantire una coltivazione mais ottimale, seguendo scrupolosamente ogni passaggio.
Vi invitiamo a guardare i nostri prodotti per scoprire tutte le varietà a base di mais e altri cereali e i sapori genuini del made Italy biologico.

Competenze e qualità sono alla base della nostra eccellenza: la nostra soddisfazione è garantire cibo buono e sostenibile.

NEWSLETTER

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più o per modificare le impostazioni d'uso clicca qui. Continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.